Città del Vino

Immerso tra verdi colline, in cui si respira aria fresca e salubre, il borgo di Colonnella è noto soprattutto per i vigneti coltivati in zona, da cui si ricavano ottimi vini con un elevato standard qualitativo e di numerose varietà – dal Montepulciano d’Abruzzo, al Trebbiano, senza dimenticare la Passerina e Cerasuolo.

Il vino qui prodotto era apprezzato fin dall’antichità, come testimonia una citazione di Plinio il Vecchio racchiusa nel libro XIV del suo “Naturalis Historia”: “è meraviglioso che (…) piaccia (…) al di là delle Alpi l’uva picena”. Per Piceno, in epoca romana, si intendeva una vasta area che comprendeva buona parte delle Marche e quella che è l’attuale Provincia di Teramo.

Il sottosuolo calcareo-argilloso che caratterizza il territorio di Colonnella rappresenta, infatti, l’ambiente ideale per la crescita della vite, che si sviluppa rigogliosa anche grazie alla presenza di numerosi corsi d’acqua.

 Da non dimenticare, poi, anche la ricca e pregiata produzione di olio d’oliva, che prospera insieme a quella del vino tra i dolci pendii collinari accarezzati dalle correnti montane del Gran Sasso e dalle brezze marine dell’adriatico.

Utilità